definitivo logo vintage club con motto senza www stondato

/ Reviews-Articoli / Happy Birthday, Vintage HiFi Club

Happy Birthday, Vintage HiFi Club

Massimo Piantini on 5 gennaio 2014 - 16:02 in Reviews-Articoli

buon compleanno VHFC 2

Happy Birthday, Vintage HiFi Club

 

Un  anno fa aveva inizio l’avventura del Vintage HiFi Club.

Da molto tempo maturavamo l’idea di aprire una web dedicata al Vintage HiFi, ma non nel senso stretto del termine. Abbiamo sempre pensato che l’audio dovesse essere vissuto e visto a 360°, cioè senza steccati ideologici….. Leggi tutto

 

 

 

 

logo vintage club review

 

 

 

Happy Birthday, Vintage HiFi Club

 

Un  anno fa aveva inizio l’avventura del Vintage HiFi Club.

Da molto tempo maturavamo l’idea di aprire una web dedicata al Vintage HiFi, ma non nel senso stretto del termine. Abbiamo sempre pensato che l’audio dovesse essere vissuto e visto a 360°, cioè senza steccati ideologici.

La contrapposizione tra “Analogico o Digitale”, tra “Amplificatori  a Transistor o  a Valvole”, oppure tra “Casse a Tromba o  a  Emissione Diretta” fossero ambiti privi di senso. Pensavamo invece che solo il piacere delle musica fosse lo scopo ultimo della riproduzione HiFi.

 

sme system

L’analogico per eccellenza, il “Giradischi”

 

 

 

Interface Reference

Il digitale nella sua forma più pura, il “Lettore di File Audio”

 

 

Poi  ci siamo spinti oltre e abbiamo pensato che la distinzione tra HiFi Vintage e HiFi Nuova fosse limitante, perché  moltissimi  oggetti  del  passato sono ancora oggi adeguati alla riproduzione audio.  Al contrario, non è detto che gli apparecchi moderni siano migliori di quelli di qualche anno fa.

 

 

Sansui 9500

Amplificatore Vintage oncora oggi con ottine doti di musicalità

 

 

 

Converget -SL1-Renaissance

Uno dei top pre dell’ultima generazione

 

Abbiamo creato il Vintage HiFi Club proprio per mescolare e proporre tutto quello che di buono c’è nel mondo dell’audio, Vintage o Moderno che sia.

Nella nostra web ci sono sezioni che parlano di tutto questo e propongono oggetti per tutti i gusti degli appassionati.

La parte preponderante del nostro Club è costituita dalla Vintage HiFi Review, ma  un rilievo importante è costituito dalle nostre Fiere, dalla sezione Shop e dagli Annunci di vendita fra appassionati. Con la Vintage HiFi Review abbiamo voluto adottare una modernità di strumenti che va oltre le attuali metodiche redazionali per la recensione di prodotti nuovi e vintage: le recensioni video, da noi considerate uno strumento rivoluzionario.

 

 

vintage hifi show 4

 

 

Infine, per meglio comprendere quello che viene scritto in tutto il mondo audiofilo, abbiamo pensato ad un “Manifesto di Redazione ” diviso in due parti.

La prima parte, che pubblichiamo oggi, si propone di analizzare e semplificare la lettura delle prove audio che si trovano attualmente su tutte le testate dedicate al mondo audiofilo.

Abbiamo cercato di puntualizzare gli aspetti importanti da valutare in una recensione, cercando di leggere tra le righe quello che non sempre viene detto apertamente dal recensore sfrondando tutti gli aspetti non significativi che spesso servono per schermare la reale qualità dell’oggetto in prova.

 

 

Manifesto di Redazione 1

 

Nella seconda parte, invece, dichiariamo come sarà il nostro modo di fare comunicazione. Ci atterremo, per quanto possibile, a metodologie costanti e chiare, dividendo la recensione in parti logiche che analizzino i vari momenti della prova: dalla presentazione all’ascolto e alle considerazioni finali.

Nella prova di un prodotto adotteremo strumenti molto ampi (più sorgenti, più amplificazioni, più diffusori, più cavi), perché riteniamo che solo in questo modo si possa capire l’intima essenza di un oggetto, oltre a redigere le recensioni, per quanto possibile, in un ambiente conosciuto e controllato. Ma le nostre prove sono e continueranno ad essere snelle (poco testo e molte foto) senza far mai mancare la necessaria professionalità, oltre, come detto, all’adozione dei filmati. La certezza dei risultati è garantita anche dalle firme che collaborano con la Vintage HiFi Review, le migliori presenti in questo settore.

In questo contesto, saranno graditi tutti i commenti costruttivi che vorrete farci, per aiutarci a produrre una rivista sempre migliore.

Questo primo anniversario ci permette anche di ringraziare tutti i nostri lettori, che ci sostengono e che hanno permesso una rapidissima crescita del Vintage HiFi Club, passando da qualche decina di visite giornaliere degli inizi, a superare le migliaia di oggi, con una crescita continua che sosterremo con il nostro impegno.

 

Grazie, grazie, grazie.

Buon anno a tutti voi.

 

Vintage HiFi Club

Bruno Fazzini e Massimo Piantini

 

 “MANIFESTO di INTENTI”

1° parte

 

 

 logo vintage club con motto senza www 100

 

 

 

Condividi questa pagina su FaceBook e gli altri social network, farai conoscere ai tuoi amici il tuo pensiero.

 

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here